Su sollecitazione di tanti corregionali stabilitisi all'estero, insoddisfatti di come agivano altre associazioni di Italiani, perché troppo legate a movimenti partitici, nasce l'impegno di un gruppo di amici che decidono di costituire l’”Associazione Umbri Nel Mondo”.Il 30 gennaio del 1975, davanti al Notaio Leonardo Pecchioli si presentano e sottoscrivono l’atto costitutivo dell’Associazione stessa i Sigg.:

Baldelli Vinicio, Barbero Pier Alessandro, Bistoni Sergio,

Corucci Domenico, Giuli Orazio, Malvestiti Alberto, Martinelli Enzo,

 Piano Domenico, Roich Mario, Smuraglia Giampaolo, Tei Angelo.

Davvero encomiabile anche perché avevano come finalità:

La ricerca di più frequenti contatti con le comunità di umbri, nonché l’organizzazione di momenti ricreativi e culturali;

Contribuire alla formazione di un’identità regionale in quel momento molto sfumata, per consentire il recupero di piena dignità nei confronti delle altre comunità;

Conoscere e approfondire i rapporti con la città di residenza, i problemi della vita personale e familiare per favorire un inserimento sempre più efficace nelle nuove comunità con l’ottica di un’Europa dei cittadini che condividono culture e tradizioni;

Fare dell’emigrazione una vera risorsa in più per la comunità, sia dal punto di vista del turismo sia da quello degli scambi commerciali;

Favorire l’associazionismo e gli scambi socio-culturali tra i giovani, nonché l’inserimento degli stessi nel mondo del lavoro con corsi professionali presso ditte o similari.